Mi piacciono le mollette perche’sono pizzicotti dell’anima,ricordi sbagliati,giardini mai cominciati,concerti che pungono come solo jeff buckley sapeva fare,allegri quadri morti,sorrisi dipinti da Bacon,ricordi bastardi,panni stesi a Gallipolo vecchia,morsetti del mio fido Chico Mendez,la voglia improvvisa di partire,quella cazzo di puzza sotto il naso brianzola,lo scrocchio di un gouggiolo ad ottobre,le foglie improvvisamente color del miele di un ginkgo biloba,il sentirsi “quasi adatto” e sognare il Nicaragua.Le mollette poi   stendono i panni ………sopratutto quelli sporcati da una vita d’artista…………..

image

image

image